Da poco rientrati dalla prima mobilità transnazionale in Francia, gli alunni della 4° classe Turismo Esabac Techno dell’I.I.S. “Guarasci-Calabretta” di Soverato, raccontano la splendida esperienza vissuta nell’ambito del progetto Erasmus+ “Euro Voyageur Européen Investi, E.V.L.I” 2018-1-FR01-KA229-048284_3 che li ha visti protagonisti. 

Il progetto è iniziato nel mese di ottobre, con l’arrivo a Soverato di una rappresentanza delle scuole partner, il lycée “Dauguin” di Mérignac (Francia) e la “Střední zdravotnická škola” di Nymburk (Repubblica Ceca). Finalità: la creazione di una guida del turista responsabile, destinata agli alunni in viaggio di istruzione. 

Gli alunni della 3° e 4° classe Esabac Techno hanno realizzato un video multilingue (visionabile sul sito dell’istituto nella sezione Erasmus + http://www.itcalabretta.gov.it/72-contenuti-generali/1662-erasmus-e-v-l-i-ka229-42c614d0) in cui sono stati messi in risalto le tipicità del territorio di provenienza, passando dalle tradizioni popolari alla ricchezza del patrimonio artistico e paesaggistico. Proiettato durante i lavori di gruppo, il video è stato molto apprezzato per l’originalità, la simpatia e la disinvoltura con cui i ragazzi si sono presentati.

Mercoledì 12 Dicembre finalmente la partenza per Mérignac, la città dove si trova la scuola superiore preposta ad accogliere il progetto. Ad attendere all’aeroporto il gruppo del “Guarasci-Calabretta”, con cartelloni e bandiere italiane, una delegazione del lycée “Dauguin”, capeggiata dalla professoressa Simona Spiga Gicquel. Quella di stare in famiglia è stata un’esperienza che certamente gli alunni non dimenticheranno mai. Vivere, anche se per un breve periodo, con delle persone che non si conoscono, con abitudini diverse dalle proprie, è sicuramente il modo migliore per ambientarsi, comprendere una nuova cultura e soprattutto praticare la lingua.

“Non solo siamo stati capaci, seppur per pochi giorni, di calarci in una nuova realtà, ma ci siamo allo stesso tempo sentiti parte di una nuova famiglia, un’unità che non si limita solo ai nostri corrispondenti ma va ad estendersi anche alle loro famiglie e alla scuola” - racconta Eva.

Il primo giorno di attività gli alunni delle tre nazionalità hanno avuto modo di conoscersi attraverso giochi di team building, molto coinvolgenti e divertenti. Il secondo giorno suddivisi in sottogruppi di nazionalità mista, i ragazzi hanno iniziato a muovere i primi passi per la creazione della guida dello studente viaggiatore “responsabile”.

Lo scambio ha permesso agli alunni di visitare i luoghi di attrazione turistica e i monumenti di interesse storico di Bordeaux dove gli studenti francesi hanno fatto da guida in italiano e in inglese. Altra visita interessante quella alle Grotte di Lascaux, uno dei complessi di caverne più importanti al mondo nel quale si trovano opere d’arte parietale risalenti al periodo del Paleolitico. Infine gli alunni si sono calati nell’atmosfera natalizia della cittadina medievale di Sarlat-le-Canéda.

“Seppur il progetto E.V.L.I è solo all’inizio, alla fine del viaggio ci è sembrato di essere giunti già alla conclusione per l’aria di nostalgia che ci avvolgeva nel lasciare i nostri nuovi amici” -racconta Camilla.

“Un pezzo di noi è rimasto in Francia con i nostri corrispondenti. Un pezzo di loro è venuto in Italia con noi”- commenta Maria Stella.

Positivo il bilancio dell’esperienza e soddisfatte le docenti accompagnatrici, prof.sse Miriam Cilurzo e Connie Castanò, per la valenza delle attività svolte e per la crescita culturale e personale dei propri alunni. 

Au revoir alla prossima tappa in Repubblica Ceca nel mese di maggio.

Miriam Cilurzo

Erasmus plus Merignac

Erasmus plus Merignac